5 milioni di parole d’ordine svelate?

È disponibile in rete una lista di cinque milioni di account Google (ed alcuni yandex, yahoo.com e hotmail.com) con relativa password.

Anche se diversi dicono che no, la loro parola d’ordine pubblicata lì non è corretta (vecchia o addirittura mai usata), potresti volere controllare che il tuo indirizzo non sia sulla lista. Un sito consente di farlo: fornito un indirizzo di posta, controlla se è repertoriato. È possibile nascondere fino a tre caratteri dell’indirizzo, sostituendoli con un asterisco.

Per controllare: https://isleaked.com/en.php.
Dashlane ugualmente approntato un servizio per controllare se si è coinvolti: http://dashlane.com/googlebreach ed una lista di consigli su come farvi fronte (qui).

Tags: ,

Shortlink: http://www.tevac.com/?p=14455

7 Commenti a “5 milioni di parole d’ordine svelate?”

  1. Farid Mezaber 10 settembre 2014 at 14:46 #

    E chi sarebbero questi signori detentori di questo database che mi invitano a mandargli il mio account di posta?

  2. kOoLiNuS 10 settembre 2014 at 16:24 #

    D. cancella la URL o metti un avviso… Perché viene subito da pensare a male e perché

    As the leak was posted only hours ago, Reddit users are warning each other not to enter any email username or password combinations into any websites “to check if your password is secure.” It appears scams are already appearing or Reddit users are getting ready for the scams to come.

    • Signor D 10 settembre 2014 at 18:36 #

      Certo, e su questo siamo d’accordo: niente parola d’ordine. Non capisco davvero che minaccia possa rappresentare inserire l’indirizzo amputato di tre lettere.

  3. macpakko 10 settembre 2014 at 17:30 #

    cos’é? il nuovo sistema per raccattare indirizzi cui poi spammare?

    • Signor D 10 settembre 2014 at 18:34 #

      Possibile. Certo che se salti tre lettere…

  4. kOoLiNuS 11 settembre 2014 at 08:01 #

    Segnalo anche qui l’approfondimento di Mashable sull’argomento:

    http://mashable.com/2014/09/10/5-million-gmail-passwords-leak/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: