Abilitare l’utente root in Mac OS X

Alle volte, per utilizzi avanzati di Mac OS X, è richiesta l’abilitazione dell’utente “[W:root]“, praticamente l’utente “Dio” del computer per dirla con i luoghi comuni di Unix, da cui l’utente root deriva.
Non è difficile,  anzi con  Mac OS X 10.5 la procedura è stata semplificata molto rispetto le precedenti versioni del sistema operativo, ma anche se molto semplice è bene avere la massima attenzione e seguire scrupolosamente alla lettera tutti i passi, pena ritrovarsi con dei problemi anche seri. 

Non effettuare questa operazione solo per provare, meglio farlo solo se veramente necessario.
Una pagina tecnica di Apple spiega il tutto in inglese, vediamo di riproporlo in italiano.

 Abilitare l’utente root in Mac OS X 10.5

Nota Bene: per effettuare questa operazione, è necessario essere un utente amministratore del computer o disporre dei relativi dati utente e password.

  1. Dal Finder, andare nella cartella Utility.
  2. Aprire l’applicazione Utility Directory.
  3. Cliccare sul lucchetto in basso a sinistra nella finestra di Utility Directory.
  4. Inserire (se non già proposto) il nome di un utente amministratore e la relativa password.
  5. Dal menu Composizone, selezionare la voce Abilita Utente Root.
  6. Inserire la password che si vuole assegnare all’utente root in entrambi i campi, e confermare con OK.

L’utente root da questo momento è attivo.

Questa procedura è stata ripresa fedelmente da questa nota tecnica di Apple.
Nella stessa nota, è descritta la procedura per versioni di Mac OS X precedenti.

Tags: ,

Shortlink: http://www.tevac.com/?p=656

Nessun commento ancora.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: