Archivio | Recensioni RSS per questa sezione

Quello che abbiamo provato

Bootcamp su disco esterno TB con MacBook Air 2013: come fare

gerod

Dopo aver acquistato il MacBook Air 13″ con SSD da 120 GB e avendo la necessità di usare, qualche volta, anche Windows con Boot Camp, ho deciso di acquistare un disco esterno Thunderbolt. La scelta è caduta su LaCie Rugged Thunderbolt e USB 3 che ospita un disco SSD da 128 GB.

Il prezzo è alto ma girando in rete son riuscito a risparmiare anche il 10% rispetto al prezzo di listino.

Il test di velocità

La prima cosa che ho fatto appena è arrivato è il test di velocità con Blackmagic Disk Speed Test.… Leggi tutto...

7

Musique, per le orecchie e per gli occhi

Daniele Pitrolo

Flavio Tordini sviluppa applicazioni dall’aspetto ben curato, ed ha voluto proporre, con Musique, un nuovo lettore di documenti audio, che ha più di un motivo per tentare gli utenti Mac.

Nuovo lettore, lettore nuovo

Musique non è solo recente, ma anche un prodotto nuovo, con molti pregi, primo dei quali potrebbe essere per certuni il fatto che Musique non è iTunes. Sì, iTunes, sapete, quel programma di Apple che fa sincronizzazione (e-pistole, calendario, appunti, rubrica), si occupa di copie di salvaguardia de i Cosi, vende musica, vende film, vende libri elettronici, vende servizi di nuvola elettronica, recupera podcast, alberga uno dei maggiori flop di Apple, ha un’icona offensiva del pubblico pudore?… Leggi tutto...

3

Prova su strada di SkyPen, una penna non capacitiva per iPad

gerod

Dopo che Roberto aveva segnalato una nuova penna in questo articolo, mi sono deciso, mi sono informato e l’ho presa.

Aperta la confezione (fatta bene devo dire), mi trovo una serie di ricambi per il pennino, la batteria, la penna e il “ricevitore”.
Scarico i programmi che sono indicati nel manuale e via.

I programmi gratuiti sono: Idealnotes (è praticamente ghostwriter, infatti se lancio ghostwriter la penna funziona), Flynotes e Studio Basic.
La prima cosa da fare è la calibratura della penna.… Leggi tutto...

Locusta Temporis App: intervista a Enrico Colombini

fabriziovenerandi

PROLOGO
Quando ero un ragazzino leggevo una rivista che si chiamava Super Apple. Era una rivista patinata, bella spessa, che parlava di Apple e dentro ci scriveva anche Enrico Colombini. Colombini ci teneva un corso per imparare a programmare in Applesoft basic, ma anche per smanettare dentro al CALL-151, il comando per accedere al piccolo esecutore assember integrato in Apple ][. E scriveva anche di avventure testuali e di molte altre cose. E di avventure testuali Colombini se ne intendeva perché aveva scritto la prima avventura testuale italiana, AVVENTURA NEL CASTELLO.… Leggi tutto...

5

Stainless, un navigatore piccolo piccolo

Daniele Pitrolo

Ho avuto un problema con Stainless, un navigatore che mi piace usare talvolta, un problema che mi rendeva impossibile usarlo, pur armato di tutta la buona volontà. Perché questa era la finestra di Stainless sulla mia scrivania:

Non si vede? Guardate meglio

Ecco, sì, questa

Difficile scrivere qualcosa nella barra dell’indirizzo in queste condizioni (anche se confesso di non avere provato il comando da tastiera, cmd L), difficile, anzi impossibile per me, allargare la finestra. La soluzione è arrivata dagli sviluppatori stessi, ed era abbastanza semplice: volendo avrei potuto trovarla da solo.… Leggi tutto...

2

Mail 5 è POPsibile!

maragines

La rivoluzione è in marcia, ma non solo quando bisogna fare proclami ed arringare le folle: avanza anche in modo silenzioso e copre anche quegli aspetti che… che non ti aspetti e che non sono annunciati perché i proclami che si potrebbero fare non sarebbero poi tanto “accattivanti”, ne verrebbero fuori cose del tipo: “Hai presente POP? Beh… Scordatelo!”.

Creare un client di posta elettronica è complicato, anche e soprattutto perché pochi sono i Mail Engine. Negli ultimi anni però la rivoluzione ha camminato: è arrivato  Postbox (29,95 Dollari statunitensi), a Settembre 2008 e poi è comparso pure Sparrow (9,99 della stessa valuta) l’ultimo, per il momento e che ha avuto un grande impatto.… Leggi tutto...

9

La mela bacata, una biografia tutta italiana di Steve Jobs

Roberto Rota

La mela bacata - Fabio De PontePer la biografia autorizzata dalle vive mani del sommo occorrerà attendere il 2012, a quanto pare, ma non mancano testi alternativi per chi volesse farsi un’idea sul percorso del più noto dei fondatori di Apple.

In genere sono tutti testi molto celebrativi, che mettono in luce il genio del nostro nonostante le vicissitudini aziendali e umane.

Sul blog mela marcia ho trovato un nuovo titolo, o per lo meno un titolo che non conoscevo, questa volta tutto italiano e non la solita traduzione, che potrebbe essere interessante se mantiene le promesse della presentazione.… Leggi tutto...

1-bit Symphony di Tristan Perich: il digitale infinito e mortale

fabriziovenerandi

Quando ero un ragazzino, quindi pochi anni fa, diciamo negli anni ottanta, ero un ragazzino parecchio digitale. Giravo con la mia copia di Mc-microcomputer in tasca, seguivo i corsi di prolog del mio liceo classico, scrivevo ridondanti listati in applesoft basic nell’apple IIe del laboratorio di fisica e sognavo una grande digitalizzazione di tutto lo scibile umano. Pensavo che il futuro sarebbe stato digitale e che avrebbe sostituito gli oggetti, i timbri, i polverosi archivi statali e la burocrazia tutta. La letteratura sarebbe stata nativa digitale, e vedevo le BBS come avamposti di una telematica umanistica che sarebbe entrata in tutte le case.… Leggi tutto...

Xpress 9: prova sul campo digitale (di battaglia)

fabriziovenerandi

“Xpress9 apre al digital publishing”, più o meno questo il lancio che Quark, la storica casa di Xpress, ha fatto circolare attorno alla nuova release del suo storico pacchetto per impaginare. Un pacchetto amato e odiato dai suoi utilizzatori, difeso strenuamente da alcuni e rigettato da altri che perferiscono la suite Adobe che gravita attorno al dtp Indesign.
Quark mi ha anche mandato l’email promozionale nella casella di posta e non ho saputo resistere allo scaricamento del demo e al testing delle nuove possibilità per l’editoria digitale.… Leggi tutto...

Futuro remoto semplice

francescodelia

Essere ubiqui, assenti eppur presenti in luogo è il sogno di molti, partire ma rimanere mantenendo il controllo, arrivare non si sa da dove come un genio risolve problemi. Per realizzare questo non serve essere Aladino ma solo avere una buona VPN, una Virtual Private Network che ci consenta l’accesso remoto attraverso Internet alla nostra rete o a macchine su cui eseguire interventi di assistenza o manutenzione.

Ebbene, in genere settare una VPN è un affare losco e complesso perlopiù riservato a chi mastica stregonerie come Firewall, Port Forwarding, Shared Secrets, etc.… Leggi tutto...

7