Archivio | Featured RSS per questa sezione

Articoli in evidenza

Leggere di più. O almeno così speravo…

Roberto Rota

libreria digitale - pochi libri in italiano per ipad

Che bello, ho pensato quando mi sono ritrovato l’iPad tra le mani, finalmente riuscirò anche a leggere due righe in più, che qui si legge sempre meno, che le uniche pagine stampate riguardano manualistiche varie di sistemi operativi e pacchetti software da installare.

Sapevo che di libri non ce n’erano tanti a disposizione, ma del resto il prodottino è ancora relativamente nuovo. Speravo però che il successo che godeva, e gode tuttora, avrebbe aperto le porte a nuovi scaffali digitali, delle librerie appunto.… Leggi tutto...

2

App Store, secondo me…

Roberto Rota

Elenco Apps su App Store

Ho deciso che per quello che mi riguarda l’App Store è allo stesso tempo una figata e una fregatura.

Sull’App Store tutto è facilmente accessibile, costa pochissimo, alle volte niente. Se a qualcuno venisse il dubbio sul perché uno sviluppatore dovrebbe lavorare per prezzi del genere beh, i numeri dovrebbero fargli cambiare idea, e non è un caso che di tanto in tanto qualche sviluppatore che diventa improvvisamente ricco è la notizia del giorno. Anche fosse vera solo la metà della notizia, credo basterebbe.… Leggi tutto...

Il felino con la coda tra le gambe

Roberto Rota

felino incazzato

Titolo fuorviante, ma mi piaceva.

In realtà con la coda tra le gambe ci sono io, che nei prossimi giorni dovrò parlare di un progetto con un cliente, un progetto che muore ancor prima di vedere la luce. Un progetto che nasceva attorno a qualche Xserve, o meglio a qualche Mac OS X Server. Ora mi tocca andargli a dire, mio malgrado, che non se ne fa più niente. Non come lo avevamo pensato inizialmente, almeno, perché gli Xserve non ci sono più.… Leggi tutto...

5

Il dilemma di sempre: meglio Aperture o Lightroom?

Roberto Rota

Quale il migliore tra Aperture e Lightroom?

È una diatriba che va avanti da quando esistono i due software di Apple e Adobe dedicati alla fotografia digitale, ed è inevitabile che si formino due correnti contrapposte, i sostenitori dell’uno o dell’altro software.

Io credo, per la mia piccola esperienza con le camere oscure digitali, che sia molto difficile, se non impossibile, decretare un vincitore assoluto. Sono sì concorrenti, ma sono entrambi di altissimo livello e hanno peculiarità e caratteristiche che li distinguono molto.

La mia simpatia va verso Aperture, forse perché lo trovo più intuitivo e pratico per l’archiviazione e la ricerca, forse anche perché non sono un gran utilizzatore di Photoshop, a cui Lightroom deve molto.… Leggi tutto...

Cadaveri eccellenti e tentativi di rianimazione

Roberto Rota

Si parla di cadaveri, si torna a parlare di Xserve, l’ultimo dei cadaveri eccellenti di Apple. La veglia funebre durerà fino alla fine del prossimo gennaio, si organizza il funerale che la salma è ancora calda.

Si era parlato in giro sul web della possibilità che Apple aprisse le sue licenze alla virtualizzazione, con indizi che andavano a toccare proprio il re della virtualizzazione, VMware.
Non so quanto la cosa sia tecnicamente realistica e/o fattibile, se così fosse, io credo che sarebbe una gran bella cosa.… Leggi tutto...

iPhone alternativi, la dolce proposta brianzola

Roberto Rota

Non ci puoi telefonare, e non ha il multitasking, ma questo iPhone particolare che mi viene segnalato da Stefano Milone (che ringrazio) ha sicuramente molto fascino, mi piacerebbe tanto averne qualcuno da regalare sotto le feste, mi sa che contatterò la pasticceria…

“Vi segnalo e vi allego la foto di una bella idea regalo per natale. Si tratta di un iPhone di Cioccolato, realizzato da una cioccolateria della Brianza. Il nome del prodotto è iCioc ed è prodotto da Arimari (www.arimari.it).

Leggi tutto...
4

Beatles su iTunes. Mica male! Tutto qui?

Roberto Rota

Beatles su iTunes

Tanto rumore per nulla? Magari no, c’è una lunga storia dietro le vicende che riguardano Apple e i Beatles, a partire dai litigi dovuti allo stesso nome Apple.
C’è di mezzo una trattativa estenuante per averli su iTunes nonostante tutto, durata anni, contornata di mezzi annunci e puntuali smentite, e non mancano le cause milionarie. C’è pure una delle tante idee fisse di Steve Jobs, che forse in questo vede anche una piccola grande rivalsa per i tanti compromessi che ha dovuto digerire per le cause legali ed i rifiuti di cui sopra.… Leggi tutto...

2

Steve Jobs e le scarpe del 2001

Roberto Rota

Il look di Steve Jobs dal 1998 al 2010

Curiosando distrattamente per il web sono incappato in questo articolo di Cult of Mac, dove mi ha incuriosito un’immagine davvero accattivante che vi ripropongo. Una timeline del look di Steve Jobs dal 1998 al 2010, dove il cambio di calzature del 2001 salta agli occhi, come anche la maniacalità del CEO di Apple, ben nota non solo per quanto concerne le scelte sul vestiario.

Mi è venuto in mente quando nel 2000, all’Apple Expò di Parigi, un’impiegata parigina in una ventina di secondi di sfogo mi raccontò il suo stato d’animo, tra l’esasperato ed il terrorizzato dalle richieste di Jobs per l’organizzazione del suo passaggio, dall’albergo alla sala conferenze.  … Leggi tutto...

0

Bye bye Xserve…

Roberto Rota

Xserve dismessi da Apple

In queste ore il tamtam si è buttato a pesce su quelle che dovrebbero essere le motivazioni di Steve Jobs sulla decisione di dismettere gli Xserve: ossia che semplicemente Xserve non vende. Motivazioni che spuntano fuori grazie ad una delle mail con cui di tanto in tanto Jobs, o chi per lui usando il suo nome, risponde a qualche utente Apple che gli rivolge qualche critica.

Xserve non vende? Stronzate.

Xserve non vende, e probabilmente è vero. Non vende tanto da giustificare un settore produttivo per un’azienda come Apple. … Leggi tutto...

Il cimitero degli elefanti

Roberto Rota

Cimitero del networking Apple

31 gennaio 2011: Apple chiude ufficialmente con gli Xserve.
Accidenti, appena l’ho letta mi ha preso un mezzo coccolone. Mi ci sono voluti un paio di giorni prima di cominciare a digerirla, altrettanti per poter cominciare a rifletterci, diciamo serenamente.

L’Xserve esce definitivamente di scena, e non viene sostituito.

Per chi proprio desidera continuare ad utilizzare un server Apple, da Cupertino propongono in alternativa un Mac mini o un Mac Pro con Mac OS X Server. Comodi magari per un qualcosa di aziendale, ma solo dove se un servizio si ferma per 5 minuti non diventa un dramma, impensabili da sistemare presso un provider o un datacenter, visto che oramai più nessuno accetta soluzioni hardware che non stiano pensate per un rack.… Leggi tutto...

7