Cambieresti il tuo iPad con quello nuovo?

Nuovo iPad

Da quando è stato annunciato il nuovo modello di iPad ho letto pensieri contrastanti sul fatto che valesse la pena o meno sostituire un vecchio iPad con il nuovo. Tutti ovviamente puntano sulle differenze tra i vari modelli, display in testa, e vanno a cercare il pelo nell’uovo, anzi nel pixel, per giustificare la voglia di aggiornare o meno.

È un giochino diabolico quello di far desiderare il modello nuovo anche a chi ha acquistato il vecchio solo da pochi mesi, ed a Cupertino in questo sono sempre stati molto abili, specie da quando hanno messo le “i” davanti ai nomi. Apice di questa frenesia compulsiva le code davanti agli store.

Ora io non sto a criticare chi sta mettendo su Ebay il proprio iPad di pochi mesi, ognuno è libero di spendere i suoi soldi come meglio crede, quello che mi chiedo è se effettivamente ce ne sia il bisogno.

Io sono contento del mio iPad prima versione, ho qualche problema con la gestione della memoria, che penalizza la navigazione e che non mi pare sia stato risolto con la seconda versione (con la terza lo scoprirò a breve immagino), motivo per cui non lo cambierò, almeno per ora. Se scoprissi che i sopracitati problemi sono stati risolti probabilmente ci farei un pensierino, per il resto nemmeno l’impossibilità di installarci iPhoto (per vie regolari almeno) riesce a darmi motivi validi.

Non nego che ci ho fatto sopra più di un pensierino, anche con l’iPad 2, ma alla fine mi sono chiesto se avrebbe migliorato qualcosa, e non sono riuscito a darmi risposte soddisfacenti.

Del resto con l’iPad ci scrivo, parecchio quando sono in giro, ci leggo molto, ci prendo appunti e gestisco le mie cose indipendentemente dall’essere a casa o per il mondo, ci navigo, ci gioco. Spesso riesce a sostituire del tutto il portatile, come quando sono in vacanza, basta mettere in valigia la tastierina Bluetooth. Tutte cose che con il primo modello mi riescono ancora abbastanza bene.

Perché cambiarlo quindi?

Per far vedere agli amici l’ultimo modello? Per fare a gara a chi ce l’ha prima? Non sono certo il tipo.

Si potrebbero andare a guardare molti altri aspetti del volere il nuovo modello a tutti i costi, come ha fatto Filippo Corti in questo articolo, che sottoscrivo e vi consiglio di leggere se l’argomento vi interessa.

Quando mi capiterà il nuovo iPad tra le mani farò certamente una prova: aprirò Safari e dieci pannelli con dieci diversi siti. Se noterò delle migliorie apprezzabili, in questo che come ripeto è per me il grande problema di usabilità dell’iPad, allora magari ci farò davvero un pensierino. Altrimenti vedremo come butta con il prossimo.

A meno che, provando un tablet con Android ed un hardware decente…

Tags: , ,

Shortlink: http://wp.me/p2C5cJ-2E0

8 Commenti a “Cambieresti il tuo iPad con quello nuovo?”

  1. Puce72 21 marzo 2012 at 08:47 #

    Rob, non è debba esserci necessariamente un bisogno, o quantomeno non un bisogno “tangibile”…
    Cosa spinge la gente a comprarsi un SUV da usare in città? Non certo il bisogno di usare una macchina del genere per le vie cittadine, e forse nemmeno il bisogno frivolo di “apparire” di fronte agli altri… magari solo il bisogno (se così vogliamo chiamarlo) di usare “qualcosa che piace”, di togliersi uno sfizio, di concedersi una piccola soddisfazione a fronte (magari) di molti altri sacrifici… e a ‘sto punto mi pare meno costoso un iPad che un SUV.

    PS: ho tirato in ballo SUV solo per fare un esempio grosso e grossolano ma, ovviamente, il parallelo si può fare con 1000 altri esempi, anche nel quotidiano. Tanto per dirne un’altra: cosa spinge la gente a fumare, cioé a bruciarsi (letteralmente) dei soldi per farsi dei danni alla salute? Nulla… solo il “piacere” di respirare tabacco e la soddisfazione (inconsapevole ma causa di dipendenza) data dalla nicotina

    PPS: personalmente non ho né iPad (comprerò questo? Non so… probabilmente no), né tantomeno un SUV… e sono ormai quasi 12 anni che ho smesso di fumare….

    • Roberto Rota 21 marzo 2012 at 09:39 #

      Ok Puce, il concetto fila e l’esempio è calzante, ma per chi l’ipad ce l’ha già?

      rob

      • Puce72 21 marzo 2012 at 09:53 #

        Non può esserci una regola che vale per tutti. Chi ce l’ha già (e potremmo anche distinguere tra chi ha il primo, chi ha l’iPad 2, chi li ha comprati entrambi) perchè l’ha comprato? Quando? Per cosa lo usa? Ecc… Ecc…
        Personalmente (ma è solo la “mia” idea) se ce l’avessi, non lo cambierei: IMHO un device di questo tipo vale quantomeno fino a quando iOS lo supporta. Se iOS6 non dovesse supportare l’iPad 1, comincerei a farci un pensierino. Altri motivi di cambio possono essere legati a nuove necessità “tangibili” (tipo “ce l’ho WiFi ma ora mi serve 3G”, oppure “l’ho preso da 32GB ma lo uso per così tante cose che mi farebbe comodo un 64GB). Poi c’è anche chi vuole sempre avere l’ultimo modello di qualsiasi cosa, e quindi lo cambia comunque… io non sono tra quelli: ho un portatile del 2008 e ho preso l’iPhone solo alla revisione 4 perché i precedenti (per un motivo o per l’altro) non mi convincevano

  2. Oligo 21 marzo 2012 at 09:32 #

    forse Rob voleva chiedere a chi lo abbia gia’ provato se la “rivoluzione” sia veramente tangibile da giustificare un cambio al volo, senza pensarci due volte

    io mi schiero dalla parte di Puce

  3. Diego 21 marzo 2012 at 10:21 #

    Io ho l’ipad2, e non mi passa lontanamente di cambiarlo, gli ottimi prodotti apple li sfrutto fino all’osso, ho anche un iphone 3gs che tengo stretto ancora e mediamente faccio durare i miei mac almeno 7 anni. Questa mia politica mi soddisfa molto e… ho aspettato l’ipad 2 per le webcam, che in verità in un anno le avrò usate si e no 20 volte, più per prova che per altro. Diciamo che essendo grafico ho scaricato l’ottimo photoshop touch, che non gira sul primo ipad, e questo mi avrebbe scocciato un po.
    Ciao

  4. Martini 21 marzo 2012 at 14:02 #

    Io aspettavo con ansia l’arrivo del nuovo iPad.
    Il motivo? Perche così ho comprato l’ipad 2 ad un prezzo più vicino alle mie tasche.
    Alla fine mi serviva qualcosa che fosse una via di mezzo tra un computer portatile e il mio iphone, entrambi con un’autonomia della batteria seriamente compromessa. La risposta l’avevo già.
    Il,retina display è molto fico ma non ne sento la necessita. Del 4G ne posso fare a meno perché tanto l’avrei preso solo wifi. E delle nuove performance grafiche non so che farmene visto che non ci gioco.
    Insomma, per la prima volta dopo anni ho comprato qualcosa che non fosse una novità assosuta e ne sono felice.

    • Puce72 21 marzo 2012 at 14:46 #

      Comunque il 4G del nuovo iPad è solo per le reti USA e Canada (tra parentesi, in Italia credo che non ci siano proprio le infrastrutture, se non in qualche grande città, ma ancora sotto test… ufficialmente mi pare che na noi si partirà il prossimo anno con il 4G).
      Viceversa le performance grafiche non sono utili solo per i giochi ma anche in altri ambiti, e il retina display fa molta differenza quando leggi, sia che tu stia leggendo un eBook, sia per leggere articoli sul web: te ne accorgi in modo netto passando lo sguardo da un iPhone 4/4S a un vecchio iPhone o ad un iPad 2.
      Poi è ovvio che ognuno si fa i suoi conti: personalmente compro raramente cose nuove (come detto sopra) ma proprio per questo, quando le compro, mi oriento sempre sull’ultimo modello, così da poter sfuttare la maggiore vita in termini di supporto; tanto per intenderci, presumibilmente il nuovo iPad godrà del supporto di una major release in più di iOS e questo fatto, tra tre anni, secondo me vale i 100 Euro di spesa in più adesso (il discorso cade se pensi di non tenere l’iPad 2 così a lungo ma di aggironarlo come maggiore frequenza). Tradotto: se avessi già un iPad non lo venderei per comprare quello nuovo ma, se dovessi comprarlo adesso, al 99% mi orienterei sull’ultimo arrivato.

  5. Simulacron 22 marzo 2012 at 20:32 #

    Non ho l’iPad2 ma se lo possedessi ma non avessi la necessità di ingrandire le immagini, vedere i dettagli (anche dei testi) o migliorare la lettura dei documenti che devo consultare, no….

    C’è parecchia gente, inoltre, a cui piace recitare la parte del ‘cecato. Lo sforzo di leggere o vedere cose peggio, rovinarsi gli occhi per loro è molto più gratificante che utilizzare strumenti migliori per le loro cose o cambiare qualcosa del loro mondo.

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: