Dimmi dove navighi…

Letture preferite Macintosh

Se sei un appassionato Mac e passi molto tempo in rete, non puoi esimerti da una capatina in qualche sito/blog/forum dedicato alla mela mordicchiata.

C’è stato un tempo in cui avevo un bookmark particolarmente affollato alla voce “siti  mac da seguire”, iniziavo a consultarli alla mattina presto e ci scappava un giro prima di andare a nanna, a notte fonda, per vedere se mi era scappato qualcosa di importante per Tevac.

Piano piano il bookmark si è sfoltito, un po’ per l’inizio di un personale disinteresse, molto perché anche nei siti dedicati al Mac si cominciava a intravedere quel “effetto fotocopia” tipico della blogosfera.

Tutta questa inutile premessa solo perché di recente mi hanno chiesto che siti Mac italiani frequento, ma devo essere  sincero, ho avuto delle difficoltà nel rispondere.

Il mio interesse principale riguarda Mac OS X nel suo uso quotidiano, e qui la maggior parte delle fonti sono americane. Tra gli italiani spicca però il sito iMaccanici, molto verace e spontaneo, ed anche molto utile.

La curiosità per le cose di Apple non si è assopita del tutto. Quasi giornalmente non manca un giro su setteB.it di Fabio M. Zambelli, molto professionale e interessante, dove si possono leggere le news, selezionate, che davvero hanno una certa rilevanza nel mondo Mac. Probabilemente allo stato attuale è il sito più interessante del panorama italiano sul Mac.

Anche il Ping giornaliero di Lucio “Lux” Bragagnolo su Macworld Italia merita una visita, spesso riesce ad accendere delle lampadine, alcune volte invece è un filino esagerato e pesante. Ma Lux è così, lo si ama o lo si odia, non ci sono alternative, dovrebbe mettere un pop-up per avvertire i nuovi visitatori.

Sui blog ho fatto una gran selezione, perché è proprio vero che dei blog tematici che una volta che ne hai visti un paio li hai visti praticamente tutti. Di tanto in tanto mi faccio un giro su Melablog e The Apple Lounge, forse perché sono quelli che perdono meno tempo di altri dietro agli sfondi e alle applicazioni inutili per iPhone e iPad, forse perché riescono a fare una selezione un po’ più accurata sugli argomenti da trattare.
Nulla da ridire su sfondi e alle applicazioni inutili per iPhone e iPad, per carità, sicuramente sono argomenti che tirano e hanno schiere di appassionati, io purtroppo non rientro tra questi.

Menzioni speciali: Mac Blog di Filippo Corti e Autoritratto con mele e appunti di Riccardo Mori, mi piacciono i loro articoli d’opinione, e si leggono con molto piacere. Lui non lo sa, ma con Filippo in particolare c’è una sorta di affinità…

Il resto è tutto nella lingua di Shakespeare…

E tu, che siti leggi più volentieri, e soprattutto perché?

Shortlink: http://www.tevac.com/?p=6115

5 Commenti a “Dimmi dove navighi…”

  1. iMauro_pat 2 novembre 2010 at 23:29 #

    iMaccanici, perché… be’ lo hai detto tu.
    Si sente che è roba nostra, i frequentatori sono simpatici, gli admin preparati e non ti mandano mai…., anche se chiedi perché non c’è il pulsante “start”.
    Un altro che seguo è “saggiamente” ed ora tevac, di cui sono venuto a conoscenza proprio in questi giorni.

    ciao

  2. cristianof 3 novembre 2010 at 16:59 #

    Lux e Riccardo Mori sempre, tutte le sere.
    Hanno stili molto diversi ma idee chiare e ottima capacità di spiegarsi e farsi capire.
    Tutto il resto solo distrattamente e di passaggio e se capita.

  3. ilmacaco 4 novembre 2010 at 15:14 #

    E’ un piacere poter leggere di nuovo Tevac 🙂

  4. Ross 8 novembre 2010 at 10:57 #

    Evviva, Tevac è tornato.
    Io leggo iPaditalia.com per iPad, iPhoneitalia.com per iPhone, Theapplelounge, Macity e Macrumors per tutto il resto.

    Ciao

  5. Nicola D'Agostino 8 novembre 2010 at 14:39 #

    Noto che tra i siti nominati da Roberto non c’è Storie di Apple. 🙁

    Però “nella lingua di Shakespeare” forse ci rientra la sua versione in inglese, Stories of Apple 😉

    nda

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: