Installare Homebrew

Ad inizio Gennaio ho pubblicato una guida per aggiornare bash. La guida era semplice e breve per chi avesse già installato Xcode ed Homebrew. Per gli altri, ho spiegato come installare Xcode, ed ora completiamo le istruzioni con Homebrew.

Installare Homebrew

Installare Homebrew in sé, poi, è facile, si tratta di un comando solo da lanciare via terminale:

ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.github.com/Homebrew/homebrew/go/install)"

e non trascurare poi due dettagli.

  1. Una volta fatto il tutto, mi raccomando, fa’ come ti viene detto, lancia il comando brew doctor, sempre via terminale: permette di controllare se tutto è in ordine perché Homebrew lavori correttamente.
  2. Ogni volta che usi Homebrew, inizia con l’aggiornare la banca dati, con il comando brew update. Come ti verrà forse ricordato, ventiquattr’ore sono un tempo lunghissimo per Homebrew: se dal tuo ultimo uso del programma è trascorso anche solo un giorno, aggiorna.

Ma perché installarlo?

Quindi il processo è facile, e, se lo spirito dei cavi è dalla vostra, pure rapido. Ma perché farlo? Questa è facile, e la so (del resto, se ho fatto la domanda…), anzi, posso dare la risposta in più versioni!

  1. Versione poetico filosofica

    Semplicemente perché con sapienza socratica Homebrew fa rivivere il cuore Unix dei Mac grazie ad un delicato processo maieutico.

  2. Versione politica

    Perché Homebrew ti restituisce un po’ la proprietà della tua macchina, che altrimenti resta saldamente nelle mani di Apple, che ha deciso di cosa tu avrai bisogno e come tu potrai usare il suo computer.

  3. Versione pratica

    Perché Homebrew ti permette di arricchire in funzionalità il tuo computer, consentendoti di installare un gran numero di moduli aggiuntivi (librerie, programmi…) nella maniera più rapida, efficace, controllata.

E se non sono già stato insopportabilmente prolisso, ancora due parole su Homebrew.
Rapido? Per installare un pacchetto, ad esempio wget basta il comando

brew install wget

Efficace? I pacchetti sono installati “nella cantina“ (ossia nella cartella /usr/local/Cellar), così stanno nel loro cantuccio e non disturbano il resto della macchina.
Controllata? Grazie alla vasta comunità che si è creata attorno a Homebrew, che garantisce aggiornamenti costanti dei pacchetti disponibili.


Homebrew

Aggiornare bash (le puntate precedenti)

PS: ti piace Homebrew? Senti quel retrogusto forte e deciso, inconfondibile? È l’ingrediente segreto: una spoleverata di Linux!

Tags:

Shortlink: http://www.tevac.com/?p=13742

10 Commenti a “Installare Homebrew”