Rosso fuoco

Sì, parlo di un mezzo tecnico molto evoluto, rapido e che evoca il mondo animale, ma no, niente cavallini.
È ad un panda che io pensavo: il navigatore internet che prediligo. Nato quando Internet Explorer era incontrastato e sembrava inarrestabile, Firefox è un eccellente programma, il cui ritmo di aggiornamento è stato incrementato recentemente portandolo ad un’evoluzione significativa: pochi mesi dopo la versione 4, uscita il 23 Marzo 2011, oggi siamo alla versione 8.0.1.

Difficile non conoscere Firefox, il navigatore adottato da IBM, ma forse è altrettanto difficile conoscerlo bene, come tutti i nostri strumenti tecnologici del resto.
Io, per esempio, non conoscevo Panorama, una funzione che ha fatto evolvere il mio uso di questo navigatore. Posto che è frequente avere più schede aperte su un navigatore, Firefox offre la possibilità di organizzarle, con Panorama, appunto, che si può attivare con cmd Maiuscola E e (ma credo appaia solo in seguito alla prima attivazione), il bottone dedicato.


Si comincia con il lasciarne aperta un paio e poi si finisce così…


Un’aggiunta assolutamente necessaria

E la possibilità, recentemente introdotta, di non caricare tutte le schede all’avvio si accoppia molto bene a Firefox ed al suo ruolo di ricettacolo di innumerevoli schede da gestire che gli ho affidato.


Il discreto bottone di Panorama

Ed in fine, per potere conservare questa marea di schede ed i segnalibri pur cambiando computer, ho scelto di fare ricorso a Xmarks (che però funziona anche con altri navigatori).

Per quanto riguarda la pubblicizzata funzione Do Not Track la situazione è meno semplice di come viene dipinta da Mozilla, ma sono certo che Opera e Mozilla saranno i primi, e non si schiereranno con Google dalla parte dei sabotatori critici.

Firefox
Mozilla Foundation
Compatibilità:Intel, Mac OS X 10.5 o superiore
SO:Mac, Windows e Linux
Prezzo:gratuito

Tags: , , , ,

Shortlink: http://www.tevac.com/?p=9273

6 Commenti a “Rosso fuoco”

  1. Signor D 5 dicembre 2011 at 00:55 #

    Per chi non lo sapesse (o lo dimenticasse spesso!), la scorciatoia da tastiera per passare da una scheda all’altra in Firefox è cmd alt freccia.

    D

  2. Daniele Pitrolo 5 dicembre 2011 at 03:52 #

    Qualcuno che probabilmente conosce Firefox molto meglio di me, si è anche concentrato su un aspetto ben preciso del navigatore e della sua evoluzione.

    http://koolinus.wordpress.com/2011/10/30/the-evolution-of-firefoxs-dmg-icon/

  3. Caesar 5 dicembre 2011 at 10:21 #

    Solo un appunto riguardo la velocità che si è registrata nel passaggio dalle build 4.x all’attuale 8.x: è solo una questione di marketing (come la scelta di Apple di aggiornare iTunes ogni volta passando ad un numero solitamente associato ad un major update).

    Poche sono in realtà le novità interessanti.
    Da vecchio utilzzatore del panda rosso questa politica mi ha anche un po’ infastidito… che motivo c’era?

  4. Daniele Pitrolo 5 dicembre 2011 at 10:38 #

    Avevano anche pensato di abolire il numero della versione. Ultimamente, comunque, Firefox (anche per competizione con Chrome) è comunque aggiornato più rapidamente, e questo può essere apprezzato, direi (per quanto causi problemi agli sviluppatori di estensioni).

    • Caesar 5 dicembre 2011 at 11:01 #

      …le estensioni sono proprio una delle “controindicazioni” a cui pensavo: con tutte le estensioni che esistono (che poi rappresentano uno dei principali motivi di preferenza rispetto gli altri browser) talvolta potrebbe essere problematico il rilascio così frequente di aggiornamenti!

      IMHO era preferibile la vecchia politica di aggiornamenti di sicurezza e stabilità frequenti rimandando le novità alle nuove major release.

      • Signor D 5 dicembre 2011 at 11:28 #

        Sì, e questo ritmo serrato finisce con l’accentuare il divario tra le estensioni i cui sviluppatori possono lavorare a tempo pieno (perché si tratta di un prodotto commerciale o perché gli utenti lo sostengono con donazioni) e le altre. Al tempo stesso io trovo che tra lo sviluppo del navigatore e la compatibilità delle estensioni la prima abbia la precedenza. Si potrebbe votare per un passaggio più lento da Nightly e Aurora a Firefox, ma questo renderebbe meno appetibile Firefox al pubblico più vasto.

        D

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: