Stainless, un navigatore piccolo piccolo

Ho avuto un problema con Stainless, un navigatore che mi piace usare talvolta, un problema che mi rendeva impossibile usarlo, pur armato di tutta la buona volontà. Perché questa era la finestra di Stainless sulla mia scrivania:

Non si vede? Guardate meglio

Ecco, sì, questa

Difficile scrivere qualcosa nella barra dell’indirizzo in queste condizioni (anche se confesso di non avere provato il comando da tastiera, cmd L), difficile, anzi impossibile per me, allargare la finestra. La soluzione è arrivata dagli sviluppatori stessi, ed era abbastanza semplice: volendo avrei potuto trovarla da solo.

You can fix this by going into your home folder’s Library/Preferences and deleting the file “com.stainlessapp.Stainless”

A parte questo aneddoto, quali sono le caratteristiche di Stainless?

La prima è che è un prodotto ancora in beta, al lavoro per raggiungere la versione 1.0, basato su WebKit (e quindi chi ha ClickToFlash potrà servirsene pure con Stainless, leggi la segnalazione di ClickToFlash sul Forum di Tevacnon esente da qualche chiusura improvvisa (ma rara), con alcuni bachi (minori) e, soprattutto, molto limitato. Tra i bachi c’è la visualizzazione delle finestre con Exposé, totalmente aleatoria: potreste avere più finestre aperte, e non vedere nulla; vedere soltanto la finestra dei documenti scaricati ma non poterla richiamare pigiandola. Tra le limitazioni, invece, c’è da segnalare la mancanza di una cronologia, l’impossibilità di personalizzare il motore di ricerca della barra dell’indirizzo (se quello che digitate non è un indirizzo, Stainless lo cerca su Google) ed il fatto che, a meno di chiederlo espressamente (dalla barra del Menù, Stainless->Save Windows and Quit Stainless), la sessione di navigazione che chiudete, è persa per sempre: confesso, questo è uno dei motivi che mi spinge ad usarlo spesso, dato che praticamente tutti gli altri miei navigatori sono ingombri di numerose finestre, anche diverse decine, e le rare volte che ho salvato la sessione di navigazione su Stainless, all’uso successivo il programma si è chiuso in maniera inaspettata: un difetto che, paradossalmente, per me diventa quasi un pregio!

Ed i pregi veri, quali sono?
Stainless propone la possibilità di aprire sessioni di navigazione parallele. Dovendo usare i conti di due (o più) utenti differenti con un medesimo servizio, Stainless offre la possibilità di aprire una scheda di sessione singola, tramite cmd Maiuscola T o il Menù File->New Single Session Tab. Un’altra possibilità, non equivalente, è aprire una finestra privata, con cmd Maiuscola N.

Stainless, segnalibri

La gestione dei segnalibri mi sembra ugualmente intelligente: sistemati lateralmente (solitamente gli schermi sono più larghi che alti), e si possono aggiungere rapidamente per trascinamento, a partire dalla barra dell’indirizzo.

Infine Stainless punta ad essere rapido ed efficiente, più di Chrome: proprio da una dimostrazione, per provare una tecnologia alternativa a quella di Google, è nato Stainless, che si basa sull’idea di rendere ogni scheda di navigazione un processo diverso. In caso una pagina sia particolarmente ostica per il navigatore, questo non dovrebbe quindi avere effetto sul resto delle schede; in caso una pagina provochi un crash, le altre dovrebbero essere al sicuro, ed, infine, dato che ogni scheda è un processo a parte, la RAM allocata al processo viene immediatamente liberata alla chiusura della scheda, senza rimanere preda del navigatore sino alla chiusura dell’applicazione (ciò non ostante, Stainless non è disappetente, in ambito RAM).

Chi è intraprendente può provarlo, e probabilmente, malgrado sia ancora acerbo, apprezzerà alcune delle qualità di Stainless (o dei suoi difetti!).

Stainless.app
MD Software, LLC
Compatibilità: PPC/Intel
SO: Mac OS X 10.5 o superiore
Prezzo: gratuito

Tags: , ,

Shortlink: http://www.tevac.com/?p=9270

2 Commenti a “Stainless, un navigatore piccolo piccolo”

  1. Signor D 7 dicembre 2011 at 01:05 #

    Provandolo sto trovando delle scorciatoie da tastiera interessanti.
    cmd alt u mostra il codice sorgente della pagina (e non si smette sino a che non si preme di nuovo la stessa combinazione).
    cmd alt i mostra l’ispettore (se abilitato dalle preferenze del sistema.
    Non so cosa mostra la cronolgia: ho premuto a caso, e non sono stato capace di replicare.
    cmd alt numero mostra il preferito corrispondente al numero.
    È meno primitivo di quanto vorrebbe fare credere, questo Stainless!

    D

Trackbacks/Pingbacks

  1. Alternative per Dashboard | Signor D - 15 aprile 2013

    […] Espinoza (autore anche del già citato Stainless) mette a vostra disposizione un sostituto per Dashboard: Amnesty, che fa funzionare i widget […]

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: